Tag

, ,

fornasetti-rug-5

Ah, chi avrebbe immaginato che potesse esserci un’altra Saiko, diversa da questa (forse troverai tale modo di esprimermi artificioso, ma non so con quali altre parole dirlo)… E’ proprio così: dentro di me vive un’altra me che io stessa non conosco. Una donna che anche tu non conosci, e che non ti saresti mai neppure lontanamente immaginato.

Una volta dicesti che ognuno porta, nascosto nel proprio corpo, un serpente.

[…]

Tu non tornasti mai più sull’argomento, ma quel discorso mi colpì stranamente fissandosi nella mia memoria, e ogni tanto mi capitava di interrogarmi sul serpente che le persone hanno dentro di sé. A volte mi rispondevo che era l’egoismo, altre volte la gelosia, altre ancora il destino.

Ancora oggi non so cosa sia quel serpente, ma comunque, come tu dicesti quel giorno, sicuramente nel mio corpo ne abitava uno. Oggi per la prima volta mi è apparso davanti agli occhi. E’ l’altra Saiko, quella che io stessa non conosco, e che non può essere chiamata se non “serpente”.

[…]

Quale sarà il serpente che ognuno degli uomini si porta dentro? Egoismo, gelosia, fatalità? Forse una specie di karma che ingoia tutto ciò e che la nostra forza non ci basta a mutare?

Inoue Yasushi, da Il fucile da caccia, ed. Adelphi, 2008