Tag

, , , , ,

“O giovanette che di aver bramate
Al fianco, quasi tutte, un bel marito,
A torto del Destino vi lagnate,
Perché a poche presentasi un partito.
E’ sol di voi la colpa (eccetto alcune),
Se di uno sposo siete ancor digiune.

E siccome provar la verità
Vi voglio di tal franca imputazione,
Di leggere vi prego, per pietà,
Gli umili versi miei con attenzione;
I quali, se a talune piaceranno,
Larga mercede le mie cure avranno.

Pria d’entrare in materia, chiedo scusa
A voi tutte carissime zitelle,
Poiché sarà costretta la Musa,
Di quando in quando, a dirne delle belle.
Soffrite dunque in pace questi detti,
Che solo al vostro ben sono diretti.

Dietro un simil preambolo, già parmi
Veder figlie parecchie in volto accese,
Pronte a muovermi guerra ed a mandarmi,
Come dire si suole, a quel paese.
Se qualcuna, di lor, mi vuol punire,
Glielo permetto, ma pria mi lasci dire.”

 carl-ericson-colori

E’ l’ambizione vostra, o mie ragazze,
Che le occasioni rende molto rare,
Perché le mode dispendiose e pazze,
Che vengon d’oltremonti, e d’oltremare
Pei vostri capricciosi abbigliamenti,
Piacer non ponno ai vostri pretendenti.

Non so capire come voi possiate
Pascervi ognor di fole, e di sciocchezze,
E cosa mai di fare pretendiate
Con mille puerili frivolezze:
Se una tal cosa dovess’io decidere,
Direi che voi lo fate per far ridere.

Ed in vero, quai mode stravaganti,
Senza mai titubar, voi non seguite!
Di quai cose ridicole, e di quanti
Strani oggetti non siete ognor vestite!
E in quante, e varie fogge non vi ornate,
Per essere dall’uomo vagheggiate!

 carl-ericson-woman

Sestine giocoso-critico-morali tratte da Consigli alle fanciulle da marito  di  Arcangelo Gozzini, 1856

Il testo integrale in versione digitalizzata è reperibile sul sito della Biblioteca delle Donne di Bologna, il link esatto qui.

Le illustrazioni sono del disegnatore Carl Ericson di cui una raccolta è qui visitabile.